Presepe vivente: il miracolo che preserva il mondo.


“È questa fede e speranza nel mondo che trova forse la sua più gloriosa ed efficace espressione nelle poche parole con cui il Vangelo annuncia la lieta novella dell’avvento: «Un bambino è nato fra noi».”

Si è chiusa con grande affluenza l’edizione 2019 del presepe vivente di Teano, la manifestazione più suggestiva del programma natalizio della città, organizzata dall’Associazione culturale “Il Campanile” che anche quest’anno si è svolta in uno scenario mozzafiato: l’antico teatro romano. Presenti 12 scene fisse e circa 60 figuranti, protagonisti indiscussi il mondo dell’antica giudea contornato dalle scena della natività e della vita di Gesù. La manifestazione, si è svolta ad ingresso libero, il cui flusso è stato regolato del corpo della Protezione Civile locale e supportato dal Comando dei vigili urbani. All’evento erano presenti il Sindaco della città di Teano dott. Alfredo D’Andrea, la prof.ssa Maria Luisa Chirico direttrice del Dipartimento di Lettere e Beni Culturali dell’università “L. Vanvitelli”, dott. Antonio Salerno direttore del Museo Archeologico di Teano- Polo museale della Campania, e l’attore Mino Sferra. Il Sindaco D’Andrea si è definito soddisfatto per la riuscita dell’evento definendolo “un tuffo nella storia ed esempio tangibile di una sana e attiva collaborazione per il bene del paese” inoltre, la fascia tricolore ha ribadito più volte la necessità di rivalutare e vivere attivamente i beni archeologici presenti sul territorio, sottolineandone lo scopo educativo. Nell’occasione la prof.ssa Chirico, cittadina onoraria di Teano, ha espresso i suoi complimenti agli organizzatori dell’evento, ricordando la grandezza del magnifico scenario nel quale si svolge la manifestazione ma soprattutto la necessità di far rete per far sì che tale tesoro venga ammirato.

Sara Finocchi

464011925_372377




La Strada Cooperativa Sociale a Teano: “Facciamo un pacco alla camorra”.


Si svolgerà sabato 21 dicembre alle ore 17:00 nella Sala Consiliare per Comune di Teano la presentazione di “Facciamo un pacco alla camorra”, il progetto culturale promosso dal Consorzio NCO Nuova Cooperativa Organizzata, in collaborazione con Libera. Il Pacco, simbolo dell’iniziativa, contiene tutti i prodotti agroalimentari provenienti dai beni confiscati alla camorra presso Pugliano, dalla pasta al vino, dall’olio ai prodotti sotto’olio, tutto viene prodotto attraverso un agricoltura biologica, e il riutilizzo sociale e produttivo dei beni confiscati, che ritornano alla collettività in modo attivo. Il Pacco è soprattutto la realizzazione di un percorso riabilitativo e di inclusione per le persone più deboli. All’evento parteciperanno il Sindaco di Teano il dott. Alfredo D’Andrea, il Presidente del Consiglio Comunale dott.ssa Maria Paola D’Andrea delegata ai beni confiscati , il Vescovo della Diocesi di Teano-Calvi Giacomo Cirulli, Francesco Diana delegato del Comitato Don Peppe Diana, Mariano di Palma Coordinatore segreteria regionale Libera Campania, Stefano Mancini delegato della Cooperativa Sociale La Strada, Giuliano Ciano delegato Consorzio NCO, Ciro Maisto delegato della Cooperativa Sociale Osiride, Maddalena Bovenzi delegata Slow Food e il Presidente della Cameria di Commercio Caserta Dott. Tommaso De Simone. Modererà l’incontro la giornalista Alessandra Tommasino.

Sara Finocchi

447815961_491193




L’istituto “Ugo Foscolo” apre le porte agli studenti del domani.


L’Istituto si aprirà a studenti e famiglie sabato 14 dicembre pomeriggio dalle ore 17.00 alle ore 19.00. Gli ospiti potranno visitare aule e laboratori e conoscere il piano dell’offerta formativa: dai diversi indirizzi scolastici ai progetti didattici, dalle certificazioni linguistiche all’alternanza scuola-lavoro agli stage formativi. Un’offerta didattica vastissima che si realizza nell’indirizzo: Liceo Classico con potenziamento biomedico, quest’anno il Liceo Classico è stato segnatalo da Eduscopio della Fondazione Agnelli come seconda scuola d’eccellenza in provincia di Caserta; liceo Scientifico con potenziamento biomedico, Liceo Linguistico, Liceo delle Scienze umane, Liceo delle Scienze applicate, corso di Informatica-Sia, Turismo, Geometra e corso serale di Ragioneria. Grazie alla specificità dei vari indirizzi, l’Istituto propone una formazione che pone al centro lo studente, elemento prezioso per la scuola e per la società. L’Open Day ha avuto già in passato un ottimo riscontro da parte dei partecipanti, sia come opportunità di relazione diretta con dirigente, docenti e studenti, sia per il modo in cui rende più consapevole la scelta della Scuola da parte degli studenti e delle loro famiglie, in vista delle iscrizioni che si effettueranno direttamente online a partire dal 7 gennaio fino al 31 gennaio 2020.

Sara Finocchi

463510612_304223




Corso di ceroplastica e arte presepiale.


Il presepe è una delle rievocazione più antiche, e l’arte presepiale è sicuramente la sua massima espressione. Grazie alla collaborazione del maestro Pasquale Fascitiello, esperto di cera ed arte presepiale, il Comune di Teano e l’Assessorato al Turismo presentano per sabato 7 dicembre alle ore 16.00 presso la Sala dell’Annunziata il secondo corso teorico e pratico di Ceroplastica di accessori per il presepe. Il progetto fa parte di una serie di manifestazioni programmate dall’Ente comunale per le festività natalizie. “Il corso è aperto a tutti coloro che vorranno partecipare ed apprendere l’arte ceramistica” afferma Pasquale Fascitiello.

Sara Finocchi

463510648_288634




La rara felce preistorica Woodwardia radicans.


A ridosso del torrente Savone per un tratto di poche centinaia di metri che il torrente percorre lungo la zona sudorientale nel comune di Teano, è stata ritrovata la Woodwardia radicans, una rara felce preistorica le cui fronde solo altre fini a 3 metri e appartenente all’era geologica che va dal 65 a 2 milioni di anni fa. Un vero e proprio fossile vivente conservato grazie al microclima particolare caldo-umido e alle condizioni incontaminate dei territori in cui vegeta spontaneamente, essa è tra le più rare al mondo e compare anche nella lista delle piante protette. La presenza di questa rara felce era stata attestata in Campania nella Valle delle Ferriere ad Amalfi e in zone dell’isola d’Ischia. A compiere la preziosa scoperta è stato il botanico Antonio Croce, che subito ha provveduto a segnalare la scoperta al Ministro dell’Ambiente, alla Regione Campania e a tutti i referenti regionali per attivare immediatamente il monitoraggio per la conservazione delle specie vegetali della Direttiva Habitat.

Sara Finocchi

463505784_282105




Teanum Sidicinum. Nuove prospettive per lo studio della città e della sua storia.


Sarà presentato il 12 dicembre 2019 alle ore 16.30 presso l’Universita degli studi di Napoli “Federico II”, aula degli ex-cataloghi lignei sita in Via Porta di Massa, il libro “Teanum Sidicinum. Nuove prospettive per lo studio della città e della sua storia.” a cura di Angela Palmentieri e Federico Rausa. All’ incontro parteciperà il Prorettore dell’Università di Napoli Federico II Arturo de Vivo, il Direttore del DSU dell’Università di Napoli Federico II Edoardo Massimilla, il Direttore del Museo Archeologico Di Teano- Polo museale della Campania Antonio Salerno, e il Sindaco di Teano Alfredo D’Andrea. Presenterà il libro Gianluca Del Mastro Università della Campania L.Vanvitelli, Fabio Mangone Università di Napoli Federico II- DIARC e Stefania Quilici Gigli Università della Campania L. Vanvitelli.

Sara Finocchi

447818902_507390




Una giornata contro la violenza sulle donne.


“Per ogni lacrima scesa e per quelle nascoste di notte al chiaro di luna complice”

Il 25 novembre si celebra in tutto il mondo la Giornata per l’eliminazione della violenza contro le donne, proclamata dall’Onu nel 1999. La violenza sulle donne è una piaga che l’umanità non è ancora riuscita a sanare. Nonostante il passare degli anni, i ricambi generazionali, il varo di nuove leggi come la Convenzione di Istanbul, ancora oggi milioni di donne subiscono violenze di ogni tipo. Oltre alle donne uccise, inoltre, vanno contate anche tutte quelle che, pur non avendo perso la vita, sono state maltrattate, picchiate o violentate. Il problema della violenza di genere è innanzitutto un problema culturale che coinvolge la società. Il problema della violenza non si risolve solo nei palazzi di giustizia ma nella società, si risolve non cercando di giustificare i messaggi di pubblicità sessista o le comunicazioni improprie sui social. Giustificare rafforza il senso del poter farlo di nuovo da parte dell’uomo, perché sembra normale, condannarlo prima socialmente e poi giuridicamente è questa la normalità. Per porre l’attenzione su questo gravissimo problema e sensibilizzare uomini e istituzioni di tutto il mondo, il 29 novembre la F.I.D.A.P.A. sezione di Teano ricorderà tutte le vittime di violenza durante una celebrazione eucaristica che si svolgerà alle ore 18:00 presso la chiesa di San Francesco. In concomitanza con il tema l’Istituto Alberghiero “IPSSART” di Teano magistralmente diretto dalla prof.ssa Orso, si farà promotrice di una conferenza il 5 dicembre per sensibilizzare gli studenti sul tema della violenza sulla donna. La conferenza si inserisce nel progetto “ Una scuola sostenibile”, il problema della violenza di genere è legato all’Obiettivo 5 che le Nazioni Unite hanno inserito tra i 17 Obiettivi di sviluppo Sostenibile da raggiungere entro il 2030. Il problema è strettamente legato al concetto del Rispetto, si deve avere rispetto per la Donna e di conseguenza rispettare la Terra. Il desiderio di possedere una donna o l’ambiente che ci circonda procura lo stesso risultato: la distruzione. Desideriamo di possederle, di dominarle quando dovrebbero essere amate, costudite anziché concepirle come proprietà. Ecco perché lo sfruttamento della natura e la violenza sulla donna hanno origine da una stessa radice: il possesso.

Sara Finocchi

447812844_495948




25 Novembre Giornata Mondiale contro la violenza sulle Donne


Il 25 novembre è la Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne, data scelta perché in questo giorno avvenne il brutale assassinio delle sorelle Miraball, rivoluzionarie che nel 1960 tentarono di contrastare il regime del dittatore dominicano Trujillo. Come ogni anno il CIF, Centro Italiano Femminile di Teano è presente e attivo in prima linea nella lotta alla violenza sulle donne e, come da anni ormai, produce iniziative significative nel sensibilizzare la popolazione su una tematica quanto mai attuale e di rilevanza globale. Infatti, dopo ben venti anni dalla proclamazione ufficiale di questa giornata da parte dell’ONU, siamo costretti ancora oggi ad assistere quotidianamente a episodi di femminicidio e violenza nei confronti del genere femminile senza che si esaurisca la loro forza propulsiva. Quest’anno il CIF ha pensato ad una iniziativa molto singolare che consiste nella creazione di sacchetti ecologici in carta che verranno distribuiti nei negozi e supermercati per poter essere utilizzati in alternativa ai consueti sacchetti shopper in bioplastica. La particolarità di questi sacchetti consiste nella stampa che è stata eseguita su di essi, con scritte in colore rosso che evidenziano la ricorrenza del 25 novembre e la Condanna netta e senza indugi della Violenza sulle Donne. I sacchetti distribuiti dal Cif saranno presenti tra le mani di ognuno di noi che domani si recherà a fare la spesa….dopo aver fatto la spesa saranno riposte in un cassetto e dimenticate come forse verrà dimenticata questa giornata nel ritorno al tran tran quotidiano. Ma quando dopo qualche giorno o qualche mese apriremo quel cassetto per cercare una busta nella quale trasportare una camicia in lavanderia o un vassoio di dolci…quella busta sarà sotto i nostri occhi, con quelle scritte rosse che ci parlano di una storia triste di donne…. “ siamo state amate e odiate, adorate e rinnegate, baciate e uccise, solo perché donne” (Alda Merini)

Presidente Centro Italiano Femminile Teano

Erika Monteforte

447822157_496115




La Strada Cooperativa Sociale al Senato per presentare: “Facciamo un pacco alla camorra”.


Si è svolta nella Sala Koch di Palazzo Madama la presentazione di “Facciamo un pacco alla camorra”, il progetto culturale promosso dal Consorzio NCO Nuova Cooperativa Organizzata, in collaborazione con Libera, Comitato don Peppe Diana, Forum Nazionale Agricoltura Sociale, Fondazione Roche,Cittadinanzattiva, e Consorzio Idee in Rete. Il pacco-dono, simbolo dell’iniziativa, contiene tutti i prodotti agroalimentari provenienti dai beni confiscati alla camorra, dalla pasta al vino, dall’olio ai prodotti sotto’olio, tutto viene prodotto attraverso un agricoltura biologica e grazie al riutilizzo sociale e produttivo dei beni confiscati, che liberati, ritornano alla collettività. Il pacco-dono è il segno tangilibe di un percorso riabilitativo, e di inclusione per le persone più deboli, ciò costituisce comunità più sane e territori più forti. All’evento hanno partecipato il presidente della Commissione Antimafia Nicola Morra, il ministro della Salute Roberto Speranza, il ministro dell’Agricoltura Teresa Bellanova, il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri, il magistrato della DDA di Napoli Alessandro D’Alessio, e il presidente dell’associazione Libera, nomi e numeri contro le mafie Don Luigi Ciotti.

Sara Finocchi

447815961_491193




MONTECITORIO...... TORNIAMO.


Istituto Alberghiero “IPSSART” Teano – Cellole Dirigente Scolastico Prof.ssa Annamaria Orso ✌️MONTECITORIO…… TORNIAMO ✌️ L’Istituto Alberghiero “IPSSART” Teano -Cellole in diretta il 2 Giugno a Roma su Rai Due. Dopo l’esperienza della Giornata di Formazione a Montecitorio del maggio scorso, “Riconoscimento dei molluschi “telline” del litorale domizio a DOP e la costa domizia, quale habitat naturale – per il fondale sabbioso – della crescita e proliferazione del mollusco, quale riserva naturale protetta”, quest’anno L’Istituto Alberghiero “IPSSART” Teano – Cellole supera la selezione regionale e partecipa alla valutazione della Camera dei Deputati con un e- book sulla libertà alimentare. Nell’ambito delle iniziative dedicate al sostegno dell’insegnamento di “Cittadinanza e Costituzione”, attraverso attività pluridisciplinari e metodologie laboratoriali, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca in collaborazione con la Camera dei deputati, sostiene da anni una pluralità di progetti, rivolti ai differenti gradi di istruzione e realizzati grazie al contributo degli Uffici scolastici regionali, dei dirigenti scolastici e dei docenti. Gli ottimi risultati ottenuti e l’interesse manifestato dalla scuola sono stati , anche quest’anno, un ulteriore motivo per riproporre l’attività progettuale coinvolgendo gli studenti. E’ di ieri la comunicazione ufficiale del superamento della selezione progettuale e di essere tra le otto scuole della Regione Campania che rappresenteranno il territorio il 2 Giugno nelle Aule di Montecitorio in diretta su Rai Due. L’attività progettuale intraprese con la proposta di legge “Costa Domizia Riserva Naturale” continua all’interno della Scuola con la piantumazione di arbusti e cespugli della Macchia Mediterranea ed erbe officinali: Mirto, Ginestra, Alloro, Rosmarino, Salvia. La salvaguardia della natura e dell’ambiente costituisce la pietra miliare su cui poggiare le competenze tecniche pratiche dei giovani allievi. La fruizione turistica ecocompatibile del bene naturale ed ambientale dà impulso ad una politica di forte rilancio economico del territorio ed assicura, pertanto, consistenti ricadute occupazionali. La realizzazione di un giardino mediterraneo ha come obiettivo quello di CONOSCERE – PROTEGGERE – GESTIRE UN AMBIENTE NATURALE, offendo nel contempo agli insegnanti la possibilità di una serie di attività didattiche, da svolgere prevalentemente sul campo. In particolare gli alunni potranno studiare in modo attivo un ambiente naturale: prendersene cura, capire le componenti, le interrelazioni, i mutamenti, gli elementi che influenzano la vita, acquisire senso di responsabilità. In questo tipo di attività molteplici sono le CAPACITA’ IN GIOCO: Identificare, classificare, verificare, comparare, prevedere i risultati, generalizzare, risolvere problemi, utilizzare modelli; Acquisire familiarità con nuovi termini, descrivere osservazioni ed esperimenti, utilizzare materiale bibliografico, prendere note; Misurare, utilizzare schemi, disegnare mappe, registrare dati; Osservare colori e forme, realizzare illustrazioni; Assumere impegni e responsabilità. LA MACCHIA MEDITERRANEA: E’ la vegetazione sempreverde caratteristica del clima mediterraneo – inverni miti e piovosi, estati calde e asciutte – che cresce lungo le nostre coste. Le piante che la compongono possono variare (ad esempio, sul litorale domizio non ci sono carrube, palma nana, euforbia arborea) ma tutte presentano adattamenti che consentono di superare il periodo critico estivo senza disperdere eccessive quantità di acqua per traspirazione. I più frequenti adattamenti sono: la sclerofillia, le foglie cioè sono coriacee e protette da cere (leccio, fillirea, lentisco, alloro, corbezzolo); la tomentosità, con le foglie protette da una peluria (cisto, la pagina inferiore della foglia del leccio); l’elevata concentrazione dei succhi cellulari; la presenza di olii aromatici (mirto, rosmarino, alloro); la riduzione della superfìcie fogliare (ginepri, eriche). I ragazzi con entusiasmo hanno accolto l’iniziativa. Tra le tante idee permane quella di aderire ai progetti espressione del territorio del litorale domizio dove e’ collocata la scuola: che rappresenta lo sbocco turistico ed occupazionale per i giovani alunni.

447822485_490747 447824144_162876